Girando nei Borghi Italiani

Da non perdere

Piombino

PiombinoPosta sul promontorio omonimo, capitale di un antico stato, legata da sempre all'industria metallurgica, conserva numerose testimonianze artistiche del suo passato che si perde nei tempi. Già gli Etruschi ne fecero la patria della metallurgia grazie alla lavorazione del ferro proveniente dall'Isola d'Elba. La città conserva numerose testimonianze artistiche del suo passato. Interessanti: il centro storico, con il Torrione, il palazzo comunale e il Rivellino, imponente costruzione militare risalente al 1447, il porticciolo mediceo, Piazza Bovio (bellissimo balcone sul mar Tirreno proprio di fronte all'Isola d'Elba) ideale per romantiche passeggiate notturne, la parrocchiale di S. Antimo (all'interno due sepolcri del 300 e del 400) e il palazzo Comunale, restaurato in forme quattrocentesche.
PiombinoIl 1° e il 2° sabato di luglio si può assistere al Palio di S. Anastasia, con rievocazioni storiche e sfilata in costumi cinquecenteschi. L'antico porto di "Falesia", di cui si ha notizia fin dal V secolo, è oggi il più importante porto passeggeri della Toscana; è collegato all'Elba, alla Corsica, alla Sardegna, ed alle altre isole dell'Arcipelago Toscano. Attualmente, per valorizzare il turismo, è in costruzione un più moderno porticciolo turistico nella zona di Salivoli.
Nei dintorni della città si trovano, a Sud il Parco Costiero della Sterpaia e, poco più avanti, l'Oasi del WWF "Orti- Bottagone", una delle ultime zone paludose rimaste integre lungo la costa toscana. I sentieri attrezzati offrono la possibilità di vedere aironi, cavalieri d'Italia e tutti gli altri abitanti tipici delle zne umide costiere. . Nella zona di Salivoli, il quartiere nord di Piombino, si trova il Parco di Punta Falcone con l'Osservatorio Astronomico. Da qui si dipartono molti itinerari naturalistici che, a piedi o in mountain bike ci consentono di raggiungere luoghi incantevoli.

 

PiombinoDi particolare interesse il percorso Cala Moresca - Reciso, che permette di ripercorrere la leggendaria Via dei Cavalleggeri fino a Populonia, in un itinerario ricco di suggestioni paesaggistiche e storico-archeologiche che arriva fino al Golfo di Baratti, che ospita il Parco Archeologico di Baratti e Populonia, ove sono visibili tombe monumentali risalenti al VII° - VI° secolo a.C. - Obbligatoria una visita. Tra le località più affascinanti: Cala Moresca, Spiaggia Lunga e la famosissima Buca delle Fate, nei pressi di Populonia.
Uno dei sentieri più belli costeggia il mare ed al Golfo di Baratti, che ospita il Parco Archeologico di Baratti e Populonia, ove sono visibili tombe monumentali risalenti al VII° - VI° secolo a.C. - Obbligatoria una visita.


IL PAESE
DA VISITARE
LOCATITA' LIMITROFE
DA SAPERE
Piombino
Fotografie
Osservatorio Astronomico
Baratti - Populonia
Parco di Montioni
Punta Falcone
La Polveriera
Torre Mozza
Sterpaia
Gavvorano
Scarlino
Massa Marittima
Castiglione
Follonica
Campiglia Marittima
Manifestazioni
Carnevale
Numeri utili
 
www.girando.it
Autore Fabio Montagnani
webmaster@girando.it
Ultimo aggiornamento il 5 Settembre 2015
Pagine viste

dal 26 ottobre 2000