Girando nei Borghi Italiani

Da non perdere

Le Dolomiti Fauna

Gli animali delle Dolomiti
La fauna delle dolomiti è molto ricca di specie, caprioli, camosci, cervi, volpi, marmotte, scoiattoli, popolano le valli. Numerosi sono anche gli uccelli, sia migratori che stanziali, le cime dei monti sono il regno delle aquile e delle pernici bianche, mentre nel bosco troviamo i picchi, la civetta, il gufo ed il gallo cedrone. I fiumi, i torrenti ed i laghi sono popolati da trote e da molte altre varietà ittiche. Mentre di insetti ne contiamo oltre 5.000 specie differenti.

Specie a rischio
Sembra strano, ma le vipere rientrano fra le specie a rischio; nella zona dolomitica ne esistono tre specie, il marasso (Vipera berus), la vipera comune (Vipera Aspis), la vipera dal corno (Vipera ammodytes). La vipera marasso (Vipera berus) vive nei boschi, nelle radure, sotto i rododendri, nei muri di pietra e sotto i sassi, si può trovare fino a 3.000 metri. La vipera comune (Vipera Aspis) vive nei boschi, nelle radure soleggiate, solitamente non supera la quota dei 2.000 metri. La vipera dal corno (Vipera ammodytes) come le precedenti ama le zone soleggiate e sassose, solitamente non supera la quota dei 1.700 metri. Prestate particolare attenzione e seguite i consigli e chiedete come vi dovete comportare alle APT della zona.

Gli Animali delle Dolomiti CaprioloMammiferi
I grandi mammiferi delle dolomiti sono i Cervi, i Caprioli, i Camosci e gli Stambecchi. I Cervi ed i Caprioli vivono nelle zone più basse e nel bosco, mentre i Camosci e gli Stambecchi vivono in alta quota fra ghiaioni e rocce. L'altro grande mammifero sempre presente è la mucca, che qui pascola libera e la notte su alcuni passi la possiamo trovare dietro una curva... I Cervi grandi e maestosi sono stati reintrodotti nel 1950, le loro grandi corna ne fanno il RE delle dolomiti, i Caprioli che prediligono i prati ed il bosco per cercare protezione, sono in forte aumento e quindi è abbastanza facile vederli. I Camosci amanti delle vette non disdegnano di scendere a valle nei periodi invernali soprattutto quando nevica parecchio.

Gli antichi abitanti
I Dinosauri, le impronte di dinosauro si possono trovare sul monte Pelmetto. In antichità 200 milini di anni fa, in questa zona era presente il mare e le vette erano isolotti, ecco spiegata la presenza dei dinosauri, che brucavano la vegetazione presente in questa piccola pianura. Per arrivare al monte Pelmetto occore fare un itinerario non troppo impegnativo circa 1 ora di cammino. Da Forcella Staulanza, si prende il sentiero 472 che si dirige verso il rifugio Venezia. Dopo circa 30 minuti di cammino si lascia il sentiero 472 per salire a sinistra verso il Pelmetto, il sentiero ci conduce ad un masso dove sono impresse le orme di dinosauro. Nel Museo di Selva di Cadore è possibile vedere un calco delle impronte presenti sul Pelmetto.


Home > Dolomiti >
Le Dolomiti
Trekking
Guida alle Dolomiti
Dolomiti in Breve
Consigli per Trekking
Benessere e Wellness
Eventi sulle Dolomiti
Eventi a Settembre
Eventi a Dicembre
Fauna
Gourmet
Meteo Dolomiti
Bollettino Valanghe
Live webcams
Sci di Fondo
Skipass
Slitta
Snowboard
Zone Sciistiche
Alpe Siusi
Marmolada
Val d'Ega
Val di Landro
Val Pusteria
Val Rendena
Val di Zoldo
Valle di Braies
Val Gardena
Val Gardena Ortisei
Val Gardena Ortisei Trekking
Val Gardena S. Cristina
Val Gardena S. Cristina Trekking
Val Gardena Selva
Val Gardena Selva Trekking


Coppa del Mondo 2006/07
Fotografie
Foto Artigianato
Foto Dolomiti
Foto Estate
Foto Flora Fauna
Foto Inverno
Foto Paesaggi
Foto Val Gardena
Foto Panorama 360
Percorsi Natura
La spiaggia più bella Cala Violina
Golfo del Sole a Follonica
Parco dell'Uccellina in Maremma
I Parchi Naturalistici
Immersi nella Natura
Emilia Romagna
Lazio
Toscana
Le Dolomiti
Le Strade del Vino
La Strada del del Vino Costa degli Etruschi (LI)
La Strada del Vino Monteregio di Massa Marittima (GR)
La Strada del Vino Colli di Maremma (GR)
Il Vin Santo di Montefollonico (SI)
Foto dalla Vendemmia
Si ringrazia per la collaborazione Il Consorzio Turistico Val Gardena
Str. Dursan 80c 39047 S. Cristina (BZ)
Tel: +39.0471.77777 Fax: +39.0471.792235
e-mail: info@valgardena.it sito: www.valgardena.it
www.valgardena.it
 
www.girando.it
Autore Fabio Montagnani
webmaster@girando.it
Ultimo aggiornamento il 1 Giugno 2017
Pagine viste

dal 26 ottobre 2000