Girando nei Borghi Italiani

Da non perdere

Parco di Diaccia Botrona

Diaccia Botrona

 

Diaccia Botrona

 

Per accedere alla Riserva Naturale seguire le indicazioni per l'Isola Clodia e per la Casa Rossa. L'ambiente molto suggestivo e ricco di volatili. All'interno del parco (ingresso gratuito) possibile ammirare: aironi bianchi, aironi rossi, anatre, il falco di padule ed il Cavaliere d'Italia.



Da Castiglione, in direzione di Marina di Grosseto, attraversato il ponte Giorgini, si svolta subito a sinistra prendendo la strada che costeggia il fiume Bruna. La Casa Rossa, o Fabbrica delle Cateratte, domina il Padule della Diaccia Botrona. Proseguendo a piedi possibile visitare il padule per circa 2 Km. La Casa Rossa fu costruita dall'Ing. Ximenes fra il 1766 e il 1768, durante i lavori di bonifica della zona voluti dal Granduca Pietro Leopoldo, per regolare il deflusso delle acque della palude impedendo il riflusso dell'acqua marina.

 


Isola Clodia


Da Castiglione, in direzione di Grosseto, si percorrono circa 6 Km, fino ad arrivare ai Ponti di Badia, quindi si gira a destra attraversando il fiume Bruna e poco dopo nuovamente a destra, arrivando ad un podere. Davanti a noi sulla collinetta vedremo i resti dell'Abbazia di San Pancrazio al Fango che domina il Padule della Diaccia Botrona.



Emilia
Lazio
 
www.girando.it
Autore Fabio Montagnani
webmaster@girando.it
Ultimo aggiornamento il 1 Giugno 2017
Pagine viste

dal 26 ottobre 2000